Guida sui prestiti finanziari, mutui, tassi di interesse, calcolo delle rate.

4. Valutazione e calcolo della rinegoziazione dei mutui

Data: |0 Commenti »



L’attenta analisi delle caratteristiche di un eventuale mutuo da permutare fa leva sulla valutazione di tre elementi base:
1. il debito residuo ( totale importo delle rate);
2. la durata residua (tempo restante fino all’estinzione del finanziamento);
3. il tasso peculiare del mutuo in considerazione, con un occhio di riguardo allo ‘spread’ corrispondente al valore di paragone (nei mutui a tasso variabile è denominato euribor con riferimento a 1,2 e 6 mesi).

Il valore effettivo dello spread è molto indicativo in tal senso ed è direttamente proporzionale al costo finale del mutuo. La moltitudine di organi finanziari in grado di erogare mutui ha affievolito col passare del tempo l’approvvigionamento della classe bancaria.

La possibilità di ambire ad un determinato spread è strettamente legata al merito di credito personale.

Negli ultimi anni lo spread offerto dalle banche si è abbassato notevolmente passando da un valore medio del 2% all’1% circa, a cui può ambire attualmente un soggetto con ‘credit scoring’ standard (per coloro che hanno un merito di credito ottimale allora lo spread può arrivare anche allo 0,6 %).
La durata residua del mutuo può consentire in alcuni casi di ammortizzare al meglio lo sforzo economico nel tempo (con riduzioni delle rate anche oltre il 10%) senza però abbassare il prezzo finale.

Il miglior metodo da seguire per poter ottenere delle agevolazioni relative alla diminuzione dell’importo del mutuo e delle rate è senz’altro il libero mercato che offre un ventaglio di soluzioni: sostituzione, surroga, la rinegoziazione classica e di stato (intesa Governo-ABI).
Le sopraccitate operazioni vengono prese in considerazione dall’investitore e dall’istituto bancario in questione nel caso in cui ci sia la possibilità per entrambi di scaturirne opportuni vantaggi economici.

  1. Introduzione
  2. Rinegoziazione del mutuo e sospensione dei pagamenti
  3. Come le banche calcolano un mutuo
  4. Valutazione e calcolo della rinegoziazione dei mutui

Torna a “Consigli per risparmiare sui mutui”




Lascia un Commento